Brisus e Salén ai vertici della Volvo Ocean Race

Nominati presidente e co-presidente, prendono il timone dal britannico Mark Turner

Richard Brisius e Johan Salèn (Ainhoa Sanchez/Volvo Ocean Race)


Pubblicato il 14/11/2017
Ultima modifica il 15/11/2017 alle ore 17:51

Richard Brisius e Johan Salèn salgono ai vertici della Volvo Ocean Race, prendendo il timone da Mark Turner. Sono i nuovi presidente e co-presidente della società che organizza e gestisce la regata. Buona notizia per l’Italia: Richard parla italiano, ama il Bel Paese e in particolare la Liguria. Trascorre le vacanze a Camogli. 

 

Chi sono  

Richard e Johan fondatori dell’Atlant Ocean Racing e hanno lavorato su ben sette campagne per la Volvo Ocean Race negli scorsi 28 anni, iniziando come velisti nell’edizione 1989-90, prima di dedicarsi con successo al team management con i progetti vincenti di EF Language (1997-98) e Ericsson 4 (2008-09),e di, Assa Abloy (2001-02), e Intrum Justitia (1993-94), entrambi finiti al secondo posto assoluto nel giro del mondo. 

 

Più di recente i due hanno gestito l’equipaggio femminile di Team SCA, nella scorsa edizione della regata. “E’ un onore essere coinvolto ancora con gli amici nella Volvo Ocean Race, è un evento importantissimo per lo sport della vela ed è stata una parte fondamentale della mia vita.” Ha detto Brisius. “Alcuni dei migliori velisti del mondo stanno correndo proprio adesso, in quella che credo sia una lotta senza sosta. I loro sforzi e la loro determinazione ispirano moltissime persone in tutto il mondo, aggiungendo valore agli investimenti dei partner e delle città sede di tappa.” 

 

Attualmente Brisius è anche CEO della società di proprietà del Comitato Olimpico Nazionale Svedese che corre per ospitare l’edizione 2026 dei giochi Olimpici e Paralimpici invernali a Stoccolma, ruolo che il manager continuerà a coprire. Brisius ha iniziato la sua carriera di velista al giro del mondo a bordo di una barca con bandiera italiana, Gatorade di Giorgio Falck. 

 

Johan, che ha lavorato con Brisius su tutti i progetti nell’ambito della Volvo Ocean Race, prenderà il ruolo principale sia dal punto di vista operativo che strategico per le future edizioni della regata, insieme al leadership team già in essere. “Se vediamo quel che sta succedendo in mare nella Leg 2 da Lisbona a Città del Capo, è impossibile non rimanere impressionali dalle prestazioni degli atleti e dal mondo in cui la regata è presentata ai fan e ai partner.” Ha dichiarato Salén. “E non ho dubbi che nei prossimi mesi l’evento continuerà in questa chiave molto positiva. Guardando al futuro, è chiaro che dobbiamo lavorare in stretta collaborazione con Volvo e con tutti i partner, ivi compresi i potenziali team, i velisti e gli sponsor, per cercare di creare qualcosa di ancora più grande. So che il processo è già stato lanciato dall’attuale leadership team. Tutti sappiamo quanto sia importante definire una roadmap chiara per il futuro, in termini di tempistica e di classe di barche, e anche dell’offerta commerciale.” 

home

home