E ora Tavecchio è accusato anche di molestie sessuali

Una dirigente sarebbe stata più volte vittima di pesanti avances da parte dell’ex presidente della Figc. Avrebbe le prove e sarebbe pronta per denunciarlo

La sede della Figc a Roma


Pubblicato il 21/11/2017
Ultima modifica il 21/11/2017 alle ore 12:27

«Sono stato messo in croce, pago per colpe non mie: contro di me sciacallaggio politico», ha detto Tavecchio ieri, un istante prima di dimettersi da presidente della Figc. Preveggenza, forse, perché dopo le accuse sulla sciagurata esperienza della Nazionale di calcio alle qualificazioni per i Mondiali, arrivano altre accuse: di molestie sessuali.  

 

Il Corriere della Sera riporta il racconto di una dirigente sportiva, una professionista costretta a subire le avances dell’ex presidente della Figc. La donna racconta di essere entrata nel suo ufficio per parlare di lavoro, ma che Tavecchio avrebbe tentato di toccarla, e che di fronte alle sue proteste, avrebbe chiuso le tende dello studio per non essere visto. «Ed è solo un episodio - aggiunge - potrei raccontarne molti altri». Le molestie si sarebbero ripetute nel corso del tempo, e sarebbero avvenute anche in tempi recenti.  

 

 

A differenza di tante altre accuse di molestie sessuali emerse nelle ultime settimane, in questo caso ci sarebbero gli estremi per una denuncia, che infatti sarebbe già stata sporta presso la Procura della Repubblica di Roma. «Si tratta di violenze anche morali, psicologiche», aggiunge la donna. E a provarlo ci sarebbero registrazioni audio e video.  

 

 

home

home