La Casa Bianca: “Bloccare l’arruolamento dei trans nell’esercito”

L’apertura era stata decisa da Obama nel 2016, già a fine luglio Trump si era detto contrario dando vita a una battaglia legale


Pubblicato il 08/12/2017
Ultima modifica il 08/12/2017 alle ore 16:49

L’Amministrazione Trump ha chiesto a un tribunale federale di bloccare l’arruolamento nelle forze armate di transgender previsto a partire dal gennaio 2018. La richiesta del Dipartimento di Giustizia rientra nella battaglia legale lanciata dal presidente americano con tre tweet a fine luglio in cui affermava che i militari trans non avrebbero più dovuto prestare servizio nelle forze armate, con nessun ruolo. 

 

Il divieto era poi stato rilanciato da un memorandum della Casa Bianca, ma due corti federali si sono pronunciate contro lo stop in attesa che la questione venga esaminata nel suo complesso, per cui dal primo gennaio il Pentagono dovrebbe accettare reclute transgender. L’Amministrazione, però, ha chiesto uno slittamento in attesa che un tribunale d’appello si pronunci sul suo ricorso. (AGI)  

 

Il «commander in chief» Trump punta a cancellare la politica di apertura ai transessuali introdotta dal suo predecessore Barack Obama nel 2016 e in particolare vuole bloccare i fondi per i costi medici delle transizioni per il personale in servizio che cambia sesso. L’ammissione dei trans nelle forze armate era prevista per il luglio scorso ma era già stata rinvita di sei mesi dal segretario alla Difesa, Jim Mattis. 

 

Secondo le organizzazioni che difendono i diritti delle minoranze sessuali, ci sarebbero circa 134mila veterani transgender e oltre 15mila transgender sarebbero al momento in servizio nelle forze armate statunitensi. L’esercito, con le regole imposte dall’amministrazione Obama, avrebbe coperto i costi medici della transizione per le persone già in servizio e le nuove reclute sarebbero state ammesse 18 mesi dopo la fine della loro transizione. Secondo uno studio della Rand corporation, le transizioni costerebbero tra i 2 e i 4 milioni di dollari all’anno. Ogni anno il Pentagono spende circa 6 miliardi di dollari in spese mediche per i membri attivi delle forze armate. 

 

Il Pentagono ha istituito una commissione di esperti per fornire consigli e raccomandazioni sull’attuazione dell’ordine del presidente, che ha dato tempo al capo del Pentagono fino al 21 febbraio per presentare un piano per attuare la nuova politica della Casa Bianca. 

 

 

 

home

home

I più letti del giorno

I più letti del giorno