La Buona Scuola valdostana scatena la rivolta dei docenti

L’assessore regionale all’Istruzione Emily Rini


Pubblicato il 22/12/2017
aosta

Il tentativo di potenziare il francese e l'inglese introdotto con le Adaptations sta «rischiando purtroppo di peggiorare la qualità della scuola nel suo complesso». L'allarme sulla riforma varata dalla Regione nel 2016 per adattare il sistema scolastico valdostano alla cosiddetta Buona Scuola del governo Renzi rimbalza da tempo tra i docenti valdostani.  

 

Dopo un anno di sperimentazione e con l'avvio del secondo il bilancio è secondo loro tutt'altro che roseo. Diverse scuole hanno preso posizione in documenti in cui chiedono la sospensione delle Adaptations e una revisione della riforma.  

 

Il malessere è sfociato, una settimana fa, in un incontro a Palazzo tra l'assessore all'Istruzione Emily Rini, il sovraintendente agli studi Fabrizio Gentile e le organizzazioni sindacali scolastiche per «fare un'ulteriore analisi sulle criticità.  

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi