Premosello, il giudice ha ordinato di smontare il parco giochi della discordia

L’area disturba due pensionati, il Comune avrebbe già dovuto procedere con lo sgombero e invece si è limitato a chiuderla

A gennaio 2017 le famiglie del paese erano scese in piazza per contestare la chiusura del parco


Pubblicato il 12/01/2018
Ultima modifica il 12/01/2018 alle ore 12:17
premosello

Con l’ordinanza di ieri - giovedì 11 febbraio - il giudice Claudio Michelucci del tribunale di Verbania impone il rispetto della sentenza emessa dal collega Mauro D’Urso un anno fa. Il provvedimento condanna il Comune di Premosello allo smantellamento del parco giochi di via Milano.  

 

LEGGI ANCHE - La manifestazione contro la chiusura del parco giochi  

 

A rivolgersi al tribunale civile per riacquistare sonno e pace sono stati i proprietari della villetta sotto le cui finestre nel 2011 erano state messe giostrine e altalene. L’amministrazione comunale in questi mesi - con un ricorso che pende in Appello - ha preso tempo e si è limitata a chiudere il parchetto, «ma per tutta l’estate i miei assistiti - spiega l’avvocato Marco Bigi - hanno sopportato il disturbo di sempre, che non è quello dei bambini durante il giorno, ma dei ragazzi grandi la notte».  

 

LEGGI ANCHE - Premosello prepara il trasloco del parco giochi  

 

«Aggiorneremo il tribunale alla situazione attuale - dice il sindaco Giuseppe Monti -: siamo in fase di appalto dei lavori per riqualificare il vecchio parco giochi vicino al cimitero, dove trasferiremo tutto quello che va rimosso da via Milano. Conosco i tempi: faremo prima noi dell’ufficiale giudiziario. L’area di via Milano tornerà a verde pubblico, accessibile a tutti». 

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno

Scemocrazia

Copyright © 2018