Sorpresa Prosecco: è perfetto con il dolce del sugo alle nocciole

Le Putrelle è a San Salvario, in via Valperga Caluso 11


Pubblicato il 14/01/2018
Ultima modifica il 14/01/2018 alle ore 10:58
torino

All’osteria Le Putrelle, in via Valperga Caluso 11, accanto alla cassa un cartello avverte: «Non abbiamo il wi-fi, a tavola si parla». Ottima premessa se quello che cercate è una cena a base di chiacchiere, piatti popolari e vini convincenti. Le etichette abbondano (anche se è terminata la Croatina di Luigi Boveri, che avremmo assaggiato volentieri) ma per la mescita la scelta si restringe.  

Così, con squisiti agnolotti alle tre carni conditi con burro e nocciole e spolverati di Montebore (un antico formaggio, presidio Slow Food, della Val Borbera), ripieghiamo su un «sempre verde», un Prosecco di Valdobbiadene. Si chiama Jelma’s, appena 11,5°, dell’azienda La Tordera, fruttato e fresco, perlage elegante, giusta persistenza, s’intona alla nota dolciastra della granella di nocciole del sugo. A torto un po’ bistratto, forse perché troppo inflazionato negli ultimi anni, il Prosecco resta però una perla dell’enologia, portabandiera delle bollicine italiane. È un bianco giovane, facile, camaleontico. Insomma, berlo «fa fine e non impegna».  

Torinosette ti porta al Palazzetto

home

home