Un ispettore sanitario dell’Usl VdA a processo per le “soffiate” a un commerciante prima dei controlli

Nei guai anche il titolare del Carrefour Express di Brusson


Pubblicato il 18/01/2018
Ultima modifica il 19/01/2018 alle ore 17:18
aosta

È iniziato oggi il processo con rito abbreviato al dipendente dell’Usl della Valle d’Aosta Luigi Pignatelli, 46 anni (difeso dall’avvocato Corinne Margueret) e ad Armando Berardi, 57 anni (avvocati Massimiliano Sciulli e Jacques Fosson), all’epoca dei fatti rispettivamente ispettore sanitario e titolare del punto vendita «Carrefour express» di Brusson, in rue Fontaine. 

 

Pignatelli è imputato per concorso in rivelazione e utilizzazione di segreti d’ufficio con Berardi, a cui il pm Carlo Introvigne contesta anche alcuni reati alimentari. Il gup Giuseppe Colazingari ha aggiornato l’udienza al 6 febbraio, quando è attesa anche la sentenza. 

 

Secondo la procura, Pignatelli avvisava Berardi prima di effettuare i controlli sanitari nel supermercato. Inoltre il commerciante è accusato di detenzione di prodotti scaduti, dei quali in alcuni casi avrebbe alterato la data di scadenza. Nel gennaio 2016, anche alla presenza dei carabinieri, erano scattati i controlli nel punto vendita, poi chiuso per alcuni mesi. 

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi