Laurito e Zanicchi: “Noi, come Thelma & Louise”

Da oggi al Teatro Nuovo in “Due donne in fuga”

Marisa Laurito casalinga depressa e Iva Zanicchi relegata in ospizio


Pubblicato il 19/01/2018

Iva Zanicchi e Marisa Laurito, Claude e Margot, donne in fuga da una vita che a causa dell’età le ha messe ai margini e dimenticate. E invece a smettere di vivere anzitempo le due non ci pensano proprio. Anzi. Il destino le fa incontrare on the road, mentre fanno l’autostop: una è scappata dalla casa di riposo dove l’ha relegata il figlio; l’altra da una famiglia che, dopo averne succhiato ogni energia, di lei non sa più che farsene.  

 

Animate dalla stessa voglia di non arrendersi, diventeranno amiche, pronte a riscoprire insieme la gioia e la curiosità, il piacere della scoperta e dell’avventura. Insomma a vivere nuovamente. «O forse per la prima volta...», come lascia intendere Marisa Laurito parlando del suo personaggio. 

Scritta dai francesi Pierre Palmade e Christophe Duthuron e per l’Italia adattato da Mario Scaletta, «Due donne in fuga...» è commedia brillante che bene si adatta a queste due interpreti, la “circa” sessantenne musa partenopea di Renzo Arbore e la altrettanto “circa” settantenne Aquila di Ligonchio. 

 

Potrebbero ricordare «Thelma & Louise» queste due “nonne” in fuga, se non fosse così diverso lo spirito che le anima.. «Lasciarsi tutto alle spalle è lo spunto - continua Marisa Laurito -. Ciò che conta davvero per loro è il cambiamento. Sono due estranee e all’inizio non sarà facilissimo essere in sintonia. Anche perché, mentre Claude è aperta ed estroversa, io sono una casalinga disperata, depressa e arrabbiata, molto più chiusa. La ribellione alla noia e alla rassegnazione è quello che ci unirà. Con effetti sorprendenti. Si ride tanto, ma anche si riflette sulle rinunce a cui si vorrebbero costringere le persone dopo una certa età».  

 

Per la prima volta insieme in scena, “unite” dalla produttrice dello spettacolo Tania Corsano, Marisa Laurito ricorda ancora oggi con piacere la sola volta che si era trovata a lavorare insieme con Iva Zanicchi, «ospite nel mio show tv “Serata d’onore”». Cantanti entrambe, qui, però le vedremo solo recitare. «Al massimo canticchiare». 


Teatro Nuovo, piazza San Babila, fino al 28 gennaio, 20.50/44.50 euro, teatronuovo.it  

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI
*****AVVISO AI LETTORI*************
Segui le news di La Stampa Spettacoli su Facebook (clicca qui)
*********************************

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno