Il Frosinone è troppo forte: la Pro prende quattro schiaffi

Bianchi in tilt: vanno sotto di tre gol nella prima mezz’ora


Pubblicato il 20/01/2018
Ultima modifica il 20/01/2018 alle ore 17:30
frosinone

E’ troppo forte il Frosinone per la Pro Vercelli. Alla ripresa del campionato, dopo la lunga sosta invernale, la Pro ricomincia da dove aveva chiuso il girone d’andata. Con una sconfitta. Gli uomini di Longo mandano ko i leoni con un poker di reti. I ciociari segnano tre gol già nei primi 30 minuti con Dionisi, Ariaudo e Matteo Ciofani. partita che praticamente per la Pro finisce lì.  

 

IVAN BENEDETTO

 

Al 6’ i padroni di casa sono già in vantaggio:Daniel Ciofani serve in profondità Dionisi, che prende il tempo a Gozzi e beffa Pigliacelli. La Pro ha l’occasione di siglare l’1-1 al 24’: Konate solo davanti alla porta, da angolo calciato da Mammarella, sbaglia tutto e manda il pallone sopra la traversa. Gol sbagliato, gol subito: dopo sessanta secondi il raddoppio del Frosinone. Calcio di punizione battuto da Ciano ed Ariaudo, che si inserisce tra Germano e Castiglia, battendo il portiere della Pro al volo. Il terzo gol arriva dopo 5’: Maiello prende il tempo a Germano, crossa, Mammarella finta e Matteo Ciofani spedisce in rete. 

 

IVAN BENEDETTO

 

La Pro può accorciare le distanze al 41’: Bardi esce a vuoto, ma Polidori calcia fuori. 

Nel secondo tempo la musica non cambia: esce Vives ed entra Altobelli. La Pro senza il suo faro, che in settimana non era stato bene lamentando problemi allo stomaco, non riesce a raddrizzare la gara. Il Frosinone ha il tempo per far poker: Ciano su punizione serve Terranova, che , lasciato stroppo solo, non ha problemi a superare di testa Pigliacelli. 

 

LAPRESSE

 

Le scelte di Atzori, con la Pro schierata con il 4-3-1-2 non pagano. E non paga neppure la trazione anteriore molto offensiva con Raicevic, Morra e Polidori insieme dai primi minuti. Non era quella contro il Frosinone la sfida da vincere nella corsa salvezza, ma allo Stirpe la Pro ha evidenziato i vecchi limiti: troppo fragile in difesa e abulica in attacco. Occorre tanto lavoro sulla strada che porta alla salvezza, ma soprattutto serve un bomber che sappia far gol.  

 

LAPRESSE

 

FROSINONE (3-4-1-2): Bardi; Terranova, Ariaudo, Brighenti; M. Ciofani (36’ st Paganini), Maiello (30’ st Kone), Chibsah, Beghetto; Ciano (20’ Soddimo); D. Ciofani, Dionisi. All. Longo. 

PRO VERCELLI (4-3-1-2): Pigliacelli; Germano, Gozzi, Konate, Mammarella; Da Silva, Vives (1’ st Altobelli), Castiglia; Raicevic; Morra (36’ st Della Morte), Polidori (22’ st Bifulco). All. Atzori. 

ARBITRO: Di Martino di Teramo. 

RETI: 5’ Dionisi, 25’ Ariaudo, 30’ M. Ciofani; st 17’ Terranova 

NOTE: Ammoniti Kontae, Vives. 

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno