Re Arduino contro il vescovo di Vercelli, arriva in tv la parabola del primo sovrano d’Italia

Con il professor Alessandro Barbero e Paolo Mieli su Rai Cultura e Rai Storia


Pubblicato il 21/01/2018
Ultima modifica il 21/01/2018 alle ore 17:27
vercelli

Arriva in tv la parabola di re Arduino, una delle figure più popolari e leggendarie apparse sul proscenio della storia tra il decimo e l’undicesimo secolo. Con lui, durante il Medioevo, la zona del Canavese conosce il suo momento storico più significativo. Un personaggio che il professor Alessandro Barbero analizza con Paolo Mieli a «Passato e Presente», il programma di Rai Cultura in onda domani (lunedì 22 gennaio) alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia.  

 

Dopo aver sconfitto e ucciso Pietro, vescovo di Vercelli, ed essere per questo stato scomunicato e dichiarato decaduto, nel 1002 Arduino riesce a farsi incoronare Re d’Italia sfruttando il malcontento dei grandi feudatari contro lo strapotere dei vescovi. Arduino è un re rivoluzionario per i suoi tempi, e prova senza successo a lottare contro l’imperatore di Germania Enrico II. Nel 1014, abbandonato da tutti, è costretto a deporre le insegne regali, e si ritira nel monastero di Fruttuaria, vicino a Torino, dove muore. 

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno