Gallinara, dopo vent’anni in arrivo elettricità e acqua

La proprietà dell’isola sta per dare il via libera all’atteso intervento. Appaltati i lavori di dragaggio per la sistemazione del fondale

Una veduta aerea dell’isola Gallinara


Pubblicato il 23/01/2018
albenga

Due buone notizie per la Gallinara, l’isolotto al largo di Alassio e Albenga. La prima è che entro l’estate arriveranno acqua e elettricità. L’altra è che sono stati appaltati i dragaggi per la sistemazione del fondale e per la sistemazione generale delle opere a mare. Intervento questo che avrà una durata di almeno due o tre mesi e che dovrebbe essere avviato a breve. Nel primo caso è atteso il via libera da parte della proprietà che tra febbraio e marzo, in una riunione ad hoc, deciderà il cronoprogramma dei lavori. Una Srl che da anni è impegnata a tutelare la «tartaruga» naturale della Riviera, area di gran pregio sia floreale che faunistico, e che pochi mesi fa ha perso il presidente dopo la morte di Giovanni Mogna. Ora a condurre la società sono due consiglieri in attesa di una nuova guida. L’intervento di ripristino dell’energia elettrica, così come dell’acqua, è atteso da almeno vent’anni da quando un peschereccio con la rete a strascico aveva danneggiato irreparabilmente la condotta sottomarina. C’è ora il via libera da parte delle autorità e della Conferenza dei Servizi. I tecnici incaricati dalla proprietà hanno presentato ad enti e soprintendenze il progetto per la realizzazione di un elettrodotto e la sistemazione delle nuove condotte idriche per gli approvvigionamenti degli immobili dell’isola, naturalmente seguendo percorsi che non si intersechino troppo con le praterie di posidonia che caratterizzano il braccio di mare che la separa dalla terraferma.  

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno