Mix di molecole “sparato” nel tumore. Il nuovo balzo dell’immunoterapia

Dopo i successi sui topi, a Stanford la terapia genica sta per essere testata sull’uomo
Daniele Banfi

La lotta al cancro procede spedita. Archiviata la sensazionale notizia della terapia genica sviluppata all’Ospedale Bambino Gesù che ha salvato la vita a un piccolo affetto da leucemia linfoblastica acuta, ora è la Stanford University ad annunciare il via ai test nell’uomo di una tecnica che potrebbe fare apparire antiquate perfino la rivoluzionaria «Car-T»: acronimo di «Chimeric antigen receptor T cell», questa terapia genica «insegna&r...continua

Non sei abbonato?
Acquista
subito un abbonamento!

Leggi tutti gli articoli
e guarda i video integrali di
Tuttoscienze riservati agli abbonati.
ACQUISTA
Sei già abbonato?
Inserisci
email e password
ed accedi a
Tuttoscienze
ACCEDI